Isolamento Cassonetto Tapparella: Come Isolare il Cassonetto per Eliminare il Rumore

Isolare Cassonetto Tapparella

Hai un problema di rumore e vuoi isolare acusticamente la tua casa?

E, dopo esserti informato a dovere, ti sei reso conto che il rumore penetra non solo dalle finestre, ma anche dalla cinghia del cassonetto della tua tapparella?

Beh, sei capitato sull’articolo giusto.

Io sono Mauro Semonella, titolare di Finestre Antirumore® ed esperto di isolamento acustico; in questo post ti indicherò le cause del tuo problema di rumore, e di come isolare il cassonetto della tapparella eliminando tutte le perdite di aria e rumore.

Sei pronto? Iniziamo!

Come isolare i cassonetti delle tapparelle per eliminare il rumore

Si parla sempre di eliminare il rumore delle stanze sostituendo le finestre ma pochi si concentrano su un altro punto debole dell’isolamento acustico della casa: il cassonetto della tapparella.

Il cassonetto (o cassettone), di solito, è un coperchio di legno non isolato di pochi centimetri che comunica direttamente con l’esterno.

Da lì passa veramente di tutto: freddo, rumore, polvere, ecc.

Un altro fattore negativo (che è causa di freddo, rumore e polvere), è che il cassettone ha un foro nella parte frontale (o inferiore), da dove scorre la cinghia della tapparella.

Isolamento acustico cassonetti tapparelle: quale è la soluzione?

Sul web ho letto centinaia di soluzioni di quelli che io chiamo “i tuttologi del web“.

C’è chi dice che bisogna utilizzare un kit isolamento cassonetto tapparella, chi afferma che sia necessario coibentare cassonetti con lana di vetro, alcuni addirittura raccontano che è necessario un isolante per cassonetti tapparelle autoadesivo, e chi sostiene invece che basta andare in un grande magazzino ad acquistare dei prodotti specifici per l’insonorizzazione.

Mi spiace deluderti, ma la soluzione è una sola:

Per insonorizzare una stanza dall’esterno bisogna sostituire l’infisso completo (finestra + cassettone).

Chi afferma il contrario o non sa quello che dice o non è ancora arrivato al livello di consapevolezza di chi ha lavorato in questo settore per oltre trent’anni.

Come fare, dunque?

I tecnici possono intervenire in due modi:

  1. Eliminando completamente il cassonetto della tapparella esistente ed installandone uno nuovo composto da un materiale isolante e antirumore
  2. Lasciando il vecchio cassonetto come ulteriore barriera anti rumore e rivestendolo con uno nuovo sempre di materiale isolante (che funge da copri cassonetto tapparelle)

Se il vecchio cassettone esistente è in buono stato, il mio consiglio è di valutare l’opzione 2.

Come coibentare il cassonetto della tapparella passo per passo

Ecco come fare per isolare totalmente il cassettone della tapparella.

Tempo richiesto: 1 ora.

  1. Sigilla lateralmente il vecchio cassettone esistente

  2. Tappa il buco dove scorre la cinghia

  3. Lascia chiuso il vecchio coperchio cassonetto tapparella

  4. Rivesti il tutto con un nuovo cassettone di materiale isolato (molto performante) per eliminare del tutto le perdite di rumore, di aria e di calore.

coibentazione cassonetti esistenti

Naturalmente, per eliminare tutti i rumori provocati dal foro di scorrimento della vecchia cinghia, per alzare e abbassare la tapparella bisogna installare un motore che agevola il funzionamento e risolve per sempre l’entrata del rumore, freddo e polvere.

Insonorizzare cassonetti tapparelle: domande frequenti

Ora rispondo alle domande frequenti che mi pongono i clienti riguardo all’isolamento acustico del cassonetto della tapparella:

Lasciando il vecchio cassettone nel tempo si possono creare dei problemi?

Assolutamente no. Il vecchio cassettone serve solamente come ulteriore barriera per il rumore. Prima di ricoprirlo viene sigillato con materiali isolanti e, se necessario, si procede ad aumentare i fissaggi presenti.

Lasciando il vecchio cassettone di quanto si ingrossa il nuovo?

Il rivestimento del vecchio cassettone implica un aumento di spessore irrilevante di circa 3 cm per lato.

Per motorizzare l’avvolgibile devo fare delle opere murarie?

Assolutamente no. Per portare la corrente elettrica nel cassettone basta installare una canalina esterna quasi invisibile. In alcuni casi, come ad esempio con la presenza di terrazzi, la corrente all’ interno del cassettone si può portare forando dall’esterno. Il montaggio del piccolo motore avviene all’interno del rullo dove gira l’avvolgibile e per comandare la tapparella è possibile utilizzare dei telecomandi senza bisogno di modificare l’impianto elettrico.

Foto di un cassonetto coibentato

Ecco a te la foto di una nostra installazione in cui abbiamo montato finestre antirumore e isolato completamente il cassonetto della tapparella.

Cosa ne pensi del risultato finale?

infisso in pvc antirumore

Finestre Antirumore | Quartiere Castelletto, Genova

Conclusioni

Quindi, ricapitolando, la sostituzione del cassonetto della tapparella è un’operazione assolutamente non invasiva, molto pulita, che non ha bisogno di opere murarie.

Per ottenere dei benefici bisogna stare molto attenti alla posa in opera che deve essere realizzata da esperti del settore.

Come per il montaggio delle finestre, anche per il montaggio del cassettone la corretta posa in opera influisce per il 70% sul risultato finale.

Isolare il cassonetto della tapparella significa prevenire perdite di aria e rumore e rendere la tua casa uno spazio molto più caldo e silenzioso.

Se hai bisogno di saperne di più o vuoi sostituire i tuoi vecchi infissi con finestre antirumore e un cassonetto isolato, richiedi un preventivo gratuito. Ti risponderemo entro 24 ore.

Se invece hai bisogno di altre informazioni, lascia un commento qui sotto.

Un caro saluto,
Mauro

10 Commenti

  1. LUIGI

    INTERESSANTE ARTICOLO.
    SCUSATEMI IO STO AVENDO LO STESSO INDENTICO PROBLEMA, NON SOLO DALLA FINESTRA, MA SECONDO ME, APPUNTO, ANCHE DAL CASSETTONE TAPPARELLA (NON HA BUCO PER CINGHIA) ELETTRICA.

    FORSE PERO’ VOI NON OPERATE SU LECCE? VERO?
    IO ABITO A LECCE IN UNA NUOVA VILLA, MA ALCUNE ACCORTEZZE NON SONO STATE ANALIZZATE PER BENE.
    SENTO OGNI TIPO DI ABBAIO DI CANI.
    Le murature ESTERNE sono della BIOISOTHERM – ARGISOL – BLOCCHI FORMATI da due lastre a spessore variabile in polistirene espanso Neopor®, ESTERNO 7,5 CM ED INTERNO 6,5 CM, distanziate da staffe in lamiera zincata inglobate nel blocco in fase di stampaggio che rendono solidali ed equidistanti le due lastre garantendo la tenuta del cassero durante la colata di calcestruzzo.
    Solai Predalles (che sarebbe il piano calpestio della camera da letto). Al di sotto di tale solaio, in corrispondenza di una camera da letto, vi è il mio studio….in corrispondenza delle altre camere, il box auto.

    AVREI BISOGNO DI UNA CONSULENZA “””SERIA””” E “”” PROFESSIONALE””” MA QUI IN LOCO…NON RIESCO A TROVARNE.
    LEGGO CHE SIETE I N°1 IN ITALIA, SAREBBE BELLO POTER INTERAGGIRE CON VOI, PER RISOLVERE QUESTIONE CASSONETTO E CAMBIARE FINESTRE (IN TUTTA LA ZONA NOTTE).
    MA SICURAMENTE MI DIRETE, CHE NON OPERATE SU LECCE.
    CMQ….CI HO PROVATO.
    CORDIALI SALUTI.

    • Mauro Semonella

      Buongiorno Luigi,

      La nostra azienda ha sede a Genova, Milano e Napoli, ma possiamo operare anche su Lecce.

      Per poterti fornire un preventivo avremmo bisogno di avere maggiori informazioni.

      Puoi indicarci un numero di telefono a cui contattarti oppure contattare direttamente il responsabile ai seguenti contatti:

      Dario Frigerio
      dario@finestreantirumore.it
      +39 339 19 16 909

      Un caro saluto
      Mauro

  2. Bruno

    Su arezzo avete possibilita di intervenire?
    La mia abitazione si affaccia su strada transitata, la zona notte con persiane abbiamo attenuato il rumore, ma zona giorno con avvolgibili è un caos!!!

    • Mauro Semonella

      Buongiorno Bruno,

      Purtroppo non serviamo la tua zona.

      Ti consiglio di cercare online un’azienda affidabile che abbia recensioni positive e sia in possesso della certificazione di posa in opera IFT.

      Un caro saluto,
      Mauro

  3. Daniela

    Salve, qual è il materiale migliore per evitare i rumori?
    I miei cassonetti non sono insonorizzati e vivo su una strada principale con moto che passano di giorno e di notte.
    Avete consigli?

    • Mauro Semonella

      Ciao Daniela,

      I passi da compiere sono i seguenti:

      1) Eliminare la cinghia e motorizzare l’avvolgibile;
      2) Lasciare il cassonetto esistente
      3) Isolare il cassonetto all’interno
      4) Rivestire il cassonetto con uno nuovo coibentato.

      Se vivi a Genova, Napoli o Milano, richiedi un preventivo gratuito.

      Un caro saluto,
      Mauro

  4. Alessandro

    Buongiorno , abito a Torino ( su una strada provinciale doppio senso di marcia , pensavo bastasse cambiare i serramenti con un doppio vetro ( come mi ha detto L azienda di infissi ) invece anche sostituendo gli infissi abbiamo migliorato ma non del
    Tutto … le macchine ecc si sentono ancora molto presumo dai cassonetti a celino a scomparsa …. c’è la possibilità di far sparire tutti i rumori ?
    Grazie gentilissimi

  5. Annalisa

    Gentile Mauro,

    vorrei porle tre domande:
    1) la procedura descritta ed illustrata dalla foto e’ relativa ai cassonetti con il coperchio di accesso alla tapparella di tipo “frontale”. Cosa fare invece nel caso in cui il cassonetto sia in muratura frontalmente ed abbia accesso sul lato inferiore attraverso una mensola in legno che scorre sui laterali? ( “Cielino a scorrere” )

    2) una volta sigillato il vecchio cassonetto ed applicato sopra il nuovo la tapparella rimane del tutto inaccessibile? e se si guasta e va sostituita?

    3) e’ possibile nel caso del “cielino a scorrere” fare prima un tentativo di insonorizzazione solo sul cielino e poi decidere se cambiare anche l’infisso?

    AC

    • Mauro Semonella

      Gentile Annalisa

      Ti consiglio di mettere un pannello insonorizzante all’interno nella muratura frontale.

      Se c’è lo spazio ti consiglio di lasciare il cielino esistente e di applicarne uno sotto (con un tappetino fonoassorbente inserito fra i due).

      Le guide in cui scorrerà il nuovo cielino dovranno essere esterne e sigillate su tutti i lati.

      Visto che le guide sono sigillate (e non il cielino) non esiste il problema di inaccessibilità.

      Per accedere all’avvolgibile devi sfilare i due cielini.

      Puoi fare questa prova prima di cambiare l’infisso.

      Un caro saluto,
      Mauro

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi con "*" sono obbligatori

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>